12/12/2016

I Paesi di tutto il mondo presenteranno insieme i loro prodotti nazionali a IPM ESSEN 2017

Ai visitatori specializzati verrà presentata una panoramica compatta dell’offerta del singolo Paese

 

Belgio

La presentazione collettiva del Belgio comprende 40 espositori, suddivisi nel padiglione 2 (30 espositori), padiglione 7 (quattro espositori) e padiglione 12 (sei espositori).

Lo stand nel padiglione 2 è dedicato ai produttori di piante ornamentali, alloro, azalee, rododendri e piante resistenti al freddo. Qui si possono trovare anche piante da appartamento, crisantemi, piante da giardino e piante perenni. Le aziende nel padiglione 12 presentano alberi, piante selvatiche e da siepe, rose e arbusti ornamentali. Nello stand collettivo nel padiglione 7 si possono ammirare giovani rododendri, piante resistenti al freddo, sia in contenitore sia con zolla, piante con radici nude ed erbe ornamentali.

(padiglione 2, stand 2B25 e 2D30; padiglione 7, stand 7E35; padiglione 12, stand 12D42)

Danimarca

Anche all’edizione 2017 di IPM Essen, il padiglione 5 è di nuovo saldamente in mano danese e ospita ca. 50 espositori, che presenteranno la loro offerta di piante da appartamento e da giardino, nuovi concept e nuove creazioni. Una promettente ispirazione per il settore sarà costituita da una speciale ‘lounge vegetale’. Ad attendere espositori e visitatori, verso le 17.30 della prima giornata di fiera ci sarà una Happy-flower-hour.

(padiglione 5, stand 5A17)

Francia

La Francia è rappresentata da due stand collettivi. Il primo, nella galleria, presenterà fiori, verdure e sistemi per il mercato del centro città, in rapida crescita: mini-peperoni, cetrioli e lupini, nuovi ciclamini, brillanti, fioriti e compatti, oppure anche una fattoria verticale. La vetrina francese propone anche nuove ortensie, crisantemi, lilium e vari tipi di substrati. Nel secondo stand, nel padiglione 10, si possono invece ammirare nuove varietà di magnolie, rose dalla lunga fioritura e - per la prima volta - straordinarie piante di more, noci e castagne.

(Galleria, stand GA 31, GA 41, GA 42, GA44; padiglione 10, stand 11B11)

Regno Unito

Sarà la Commercial Horticultural Association, CHA a gestire lo stand collettivo britannico. Qui le 16 aziende che ne fanno parte presenteranno un’ampia offerta di nuove varietà e tecnologie innovative.

(padiglione 3, stand 3B37; padiglione 10, stand 10C13 e 10C17)

India

Nello stand collettivo indiano, nel quale sono presenti 26 aziende, i protagonisti sono i prodotti in fibra di cocco. Il midollo e la fibra di cocco migliorano il terreno e vengono largamente impiegati come fertilizzanti. Accelerano la crescita delle piante senza bisogno di terra e rappresentano un’alternativa ai normali substrati torbosi. La fibra di cocco è disponibile in diverse forme, ad esempio come concime organico, sacchi di compost, mattoni o lastre.

(padiglione 3, stand 3A17; padiglione 7, stand 7B33).

Israele

Le ultime tendenze presentate allo stand collettivo di Israele sono piante da agricoltura biologica, ad alto fusto, piante facili da curare e resistenti alla siccità. Sono sei le aziende che partecipano a questa presentazione, con piante come erbe aromatiche, piante perenni, verdure, piante di agrumi e di avocado in vaso, mirto, arbusti ornamentali, alberi di Giuda, Sarracenia, piante frondose e da fiore, nonché la scilla dai petali blu.

(padiglione 2.0, stand 2B15)

Giappone

La raffinata scuola dell’arte del bonsai è uno dei temi centrali dello stand collettivo giapponese. Quattro sono le aziende presenti, due delle quali con bonsai di piante locali. Il motto della loro presentazione è ‘La bellezza della tradizione’. Per rendere accessibile l’arte del bonsai anche per il giardino, oltre ai bonsai classici vengono presentati anche alberi da giardino, con la denominazione ‘macro-bonsai’.

(padiglione 10, stand 10A14)

Italia

Tradizionalmente, a IPM ESSEN, gli espositori italiani portano lo spirito mediterraneo. Nei padiglioni temporanei 13 e 14, nonché nel foyer della Grugahalle, si potranno ammirare tipici prodotti dei vivai e piante ornamentali in vaso nazionali. Ad attirare l’attenzione sarà in particolare la presentazione della Sicilia, organizzata dall’ICE, l’agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese. Qui 13 produttori presenteranno soprattutto alberi di limone e arance.

(padiglioni 13 e 14, foyer della Grugahalle)

Paesi Bassi

Ca. 60 aziende partecipano allo stand collettivo nel padiglione 12, organizzato da BIZZ Holland. Gli espositori provengono da Boskoop, Opheusden, Venlo, Zundert e altre regioni dei Paesi Bassi e presentano nuovissime piante da siepe ornamentali, arbusti, piante perenni, piante acquatiche e piante per alberature stradali. In tutte le giornate di fiera vengono organizzate visite guidate, che iniziano alle ore 10.00 e 14.00 presso il punto informazioni dello stand e mostrano ai visitatori le colture in cui è specializzato ciascun espositore, insieme alle nuove varietà.

(padiglione 12, stand 12A20, A21, A40, A41, A55)

Polonia

Nello stand collettivo polacco la parte del leone spetta alle piante resistenti al freddo, poiché il clima di transizione del Paese offre le condizioni di crescita ideali per un’ampia varietà di queste specie. All’edizione 2017 di IPM ESSEN partecipano otto aziende, che presentano una grande varietà di piante: alberi, arbusti, piante perenni, rampicanti e piante da frutta, sia come coltura in pieno campo sia come coltura fuori suolo. Vengono proposte piantine che sono state prodotte sia in vitro sia tramite coltivazione. Le piante hanno dimensioni comprese tra C2 eC285. Le piante di produzione polacca vengono esportate in numerosi Paesi europei ma anche in regioni più lontane, come Stati Uniti e Giappone.

(padiglione 7, stand 7C33)

Spagna

Lo stand collettivo spagnolo comprende una trentina di aziende produttrici di piante ornamentali, riunite nell’associazione FEPEX. Sugli oltre 970 m² di superficie sono presenti aziende della regione di Valencia, della Catalogna, delle Canarie, della Galizia e dell’Andalusia. Protagoniste dello stand sono soprattutto le piante ornamentali e mediterranee, palme, oleandri, dipladenia, olivi, piante di ibisco, rosai, garofani e allamanda, ma anche piante ornamentali come la Margherita africana (o Osteospermum), piante aromatiche e stagionali. Tutte le aziende espositrici sono dotate di un sistema di garanzia della qualità per la produzione di fiori e piante ornamentali, come il PPQS (Plant Production Quality System).

(padiglione 7.0, stand 7D13, C17, D17, E13, C19, D19, E19, C23, D23, D27, E29)

Taiwan

Nel settore della coltivazione dei fiori, la Taiwan Floriculture Exports Association ha per obiettivo il coordinamento a livello internazionale, il rafforzamento delle esportazioni e lo sviluppo degli interessi comuni del comparto. Per l’associazione, la partecipazione alla fiera costituisce un’occasione importante non solo per presentare la propria offerta, ma anche per farsi un’idea degli altri mercati. Allo stand di Taiwan sono presenti quattro aziende, che propongono fiori recisi, come orchidee, anthurium ed eustoma.

(padiglione 1.0, stand 1B36)

USA

Otto aziende del sud degli Stati Uniti presentano la loro offerta in questo stand collettivo. Sono presenti sia vivai e produttori di selezioni clonali di partenza, sia ‘tree-broker’, nonché un’azienda di brevetti legati al mondo delle piante. I riflettori saranno puntati su un’ampia varietà di piante, perché saranno presenti il maggior

 

produttore mondiale di liriopi a radici nude, un grossista di piante tropicali, un fornitore di piantine e un produttore di bouganvillea, ibisco e ixora.

(padiglione 2.0, stand 2A31)

 

In altri stand collettivi, a presentare i loro prodotti per il settore del verde internazionale saranno espositori della Cina (padiglione 8, stand 8B07, B09), della Costa Rica (padiglione 1.0, stand 1B17), dei Paesi Bassi (FloraHolland, padiglione 1, stand 1B17), del Portogallo (padiglione 7, stand /E34), della Corea del Sud (padiglione 3, stand 3D71, D73, E72, E74), della Turchia (padiglione 8, stand 8B45) e dell’Ungheria (padiglione 10, stand 10D10 e 10D11).